Danni indiretti

Documento senza titolo

Esempio liquidazione danni ALOP

Premessa una legenda dei simboli di seguito usati:

si ha:

1) Formulazione della definizione di profitto lordo (Pl) e del rapporto di profitto lordo (K)

 

2) Quantificazione del profitto lordo (Pl) per gli anni 00 - 01 e 02


Nella tabella seguente tutti i valori sono indicati per mille

 

3) Budget per il 2002 e relativa perdita di profitto lordo

Visto l’andamento del mercato nel 2002 era atteso un incremento di profitto lordo (Pl) almeno pari a quello che si era verificato tra il 2000 ed il 2001 quindi l’aspettativa era la seguente:

Pl02 = Pl01xPl01/Pl00 = 1.098.173.81

Quindi si è verificata una perdita di profitto lordo pari a:


4) Liquidazione del danno

Poiché il periodo di indennizzo, dati i tempi di approvvigionamento necessari a ricostituire una adeguata giacenza di materiale per far fronte a tutte le lavorazioni del caso, può essere considerato dal giorno del sinistro 13/9/02 compreso al 29/12/02 compreso, è possibile ipotizzare una spalmatura della perdita di profitto lordo nell’arco di questi 73 giorni supponendone costante la perdita giornaliera: quindi si ha:

Perdita di profitto lordo media giornaliera =
152.393,52 : 73 = 2.087,58 €./gg.

Tenuto conto infine dell’esistenza di una franchigia contrattuale di 4 giorni si ha come franchigia di profitto lordo

Giorni 4 * €./gg. 2.087,58 = €. 8.350,83
e quindi
Danno liquidabile a termine di polizza =
€. 152.393,52 – 8.350, 83 = €. 144.043,19

Arrotondato in €. 144.100,00